loading ...

Dettaglio Notizia

20/11/2017

DOCUMENTO UNITARIO (UILT-FITA)

immagine rappresentativa della notizia

A tutta la UILT
Carissime amiche e carissimi amici dell’Unione,
il Convegno di Pesaro (dal titolo “Ruolo ed attese del Teatro non professionistico in Italia”) di sabato 28 e di domenica 29 ottobre 2017 è destinato a diventare un evento “storico” per la UILT: infatti, dopo una breve serie di incontri preliminari ed un’ampia discussione sugli argomenti affrontati, abbiamo siglato un documento comune con la FITA.
L’evento si è svolto in concomitanza con la premiazione del Festival d’Arte Drammatica di Pesaro, giunto quest’anno alla sua 70esima edizione, la cui efficiente e gentilissima organizzazione (l’Associazione “Amici della Prosa” di Pesaro con il suo Presidente il dott. Giovanni Paccapelo) ha ospitato anche il Convegno.
Così, a ben 13 anni di distanza da un precedente Convegno, ospitato sempre dalla stessa Associazione e svoltosi anch’esso a Pesaro ma non seguito da un documento co-firmato (dal titolo “Il teatro non professionistico in Italia”) le due più importanti sigle del teatro non professionistico italiano si sono ritrovate per concordare insieme un’azione comune, ormai non più procrastinabile, anche per la concomitanza con la pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale, del cosiddetto Codice del terzo Settore (Legge n. 117 del 3.7.20178), che ci riguarda da vicino e che riapre il discorso dello “spettacolo dal vivo” in Italia e dove soprattutto compare, per la prima volta, il termine “teatro amatoriale”.
L’intento del Convegno è stato infatti non solo quello di far conoscere la quantità e la qualità del fenomeno “teatro amatoriale” in Italia, ma il documento finale che ne è scaturito a firme congiunte esprime anche l’esigenza di essere ascoltati (come Federazioni che associano insieme circa 3.000 Compagnie con circa 45.000 tesserati) per poter in qualche modo influire sulla stesura dei cosiddetti “Decreti attuativi”, che esamineranno e stabiliranno, nel dettaglio, le conseguenze concrete e pratiche di quanto affermato nel Codice.
L’evento ha rivestito dunque una valenza non soltanto storica sul piano del dialogo collaborativo con la FITA, ma ci auguriamo che ne abbia una anche soprattutto pratica, trovandoci di fronte alla possibilità concreta di farci conoscere come non mai prima di oggi ed anche a quella, così come si auspica una volta terminato l’iter legislativo del Codice, di incontrarci con le Istituzioni di riferimento e far sentire così, in maniera determinante, la voce della nostra Unione e della nostra esperienza.
Non possiamo dire oggi quali risultati concreti otterremo per rendere più facile o più ricca di soddisfazioni la vita di una Compagnia affiliata, ma certamente è stato compiuto un deciso passo in avanti sulla via che porta non solo ad una proficua collaborazione con la FITA, ma anche e soprattutto su quella di un riconoscimento di una realtà e di un ruolo (quelli del teatro non professionistico, l’unico teatro “sociale” oggi in Italia) che non possono più essere ignorati dalle Istituzioni.
Grazie dunque a chi ci ha ospitato, a tutti coloro che hanno reso possibile questo evento ma soprattutto grazie a voi, Compagnie Associate alla UILT, che con il vostro concreto sostegno continuate a trasmetterci la forza e l’entusiasmo per credere ancora in un futuro migliore per il teatro non professionistico.
Il Presidente Nazionale
Antonio Perelli


Scegli la regione